Torre Eiffel di Parigi

Ingegnere Gustave Eiffel

Gustave-Alexandre Eiffel (nato a Digione il 15 dicembre 1832 e morto a Parigi il 28 dicembre 1923), noto ingegnere e costruttore francese, reso famoso dalla realizzazione della torre parigina che prese il suo nome, Eiffel. Laureatosi nel 1855 presso l'Ecole Centrale des Arts et Manufactures, lavorò per una società produttrice di macchine a vapore e di utensili, che nel 1858 venne incaricata di costruire un ponte ferroviario a Bordeaux. Eiffel si occupò della supervisione dei lavori e il grande lavoro ottenuto lo stimolò nel 1866 a fondare una società, che acuisitì a breve grande fama riguardo la sua tecnica costruttiva, che impiegava avveniristiche strutture metalliche. Dal 1872 ottenne contratti dall'estero e nel 1877 costruì un ponte, il Maria Pia, sul fiume Douro, in Portogallo, formato da un singolo arco in acciaio di 160 m d'altezza.

Gustave Eiffel non era mosso solo da scopi commerciali; il suo lavoro univa infatti un'impareggiabile esecuzione a un design armonioso; un esempio dell'unione di queste due caratteristiche è testimoniato dal viadotto di Garabit, in Francia, che fu, all'epoca, il ponte più alto del mondo. Nel 1884, la sua società, ormai famosa in tutto il mondo, fece fondere in uno stampo la gigantesca statua di Frédéric-Auguste Bartholdi, La libertà che illumina il mondo (la Statua della Libertà), che fu donata alla città di New York e inaugurata nel 1886. Subito dopo iniziò i lavori del suo più grande progetto, la costruzione della Torre Eiffel, a Parigi, che venne terminata nel 1889 per i festeggiamenti del centenario della Rivoluzione Francese . La torre Eiffel imponente, con le sue 7300 tonnellate di ferro in 18.000 pezzi tenuti insieme da 2.500.000 bulloni, raggiungeva, all’epoca in cui venne completata, un'altezza di 312,27 metri. Negli ultimi anni dell'Ottocento Eiffel si dedicò alla nuova scienza dell'aerodinamica, cui contribuì notevolmente.

Dal 1985, la Torre Eiffel è stata poi dotata di una splendida illuminazione, realizzata con lampade al sodio, che contribuisce a rendere tutt'ora quello scorcio di Parigi un paesaggio di rara suggestione.

La realizzazione della Statua della Libertà ebbe invece una gestazione più complessa e stratificata in diversi rivoli, a partire dalle responsabilità per la progettazione. L'idea della Statua della Libertà, a suo tempo ancora una semplice idea di una statua celebrativa, venne approvata nel 1865, come monumento simbolo dell'amicizia Franco-Americana. Il disegno venne affidato allo scultore francese Frederic August Bartholdi mentre per progettare il supporto interno della Statua e delle intelaiature venne chiamato Gustave Eiffel. A seguito delle non poche difficoltà dovute alla difficile costruzione il 4 luglio 1884 l'Unione Franco-Americana tenne una cerimonia per la presentazione del monumento, la statua venne subito dopo smontata e i pezzi imballati e inviati via mare agli Stati Uniti, all'Isola della Libertà il 19 giugno 1885.

Dal 1900 alla sua morte Eiffel si occupò di aerodinamica completando le sue ricerche con la costruzione della prima "galleria a vento". Gustave Eiffel morì a Parigi il 28 dicembre 1923.

Gustave Alexander Eiffel Ritratto di Gustave Eiffel Gustave Eiffel a fianco della torre Eiffel
Gustave Eiffel - Arco di Trionfo - Storia della Torre Eiffel - Louvre - Dinosauri - Carene - Gsxr Suzuki - Pianeti e Sole - Terme benessere - Benessere e salute - Animali e Savana - Funghi e ricette - Onoranze Funebri Rimini - Onoranze San Gaudenzo